Sento puzza…di maschilismo andato a male

 

Quando si è particolarmente nervosi, non si dovrebbe scrivere. Occorrerebbe infilarsi i guantoni, correre in palestra ed allenarsi con qualche tronista pompato, di quelli che passano più tempo a guardarsi allo specchio che a guardare le nostre tette, per intenderci. Ma non avendo né tempo né voglia, oggi scriverò stilettate a destra e a manca,  lasciando fluire ogni pensiero. Sono giorni che ho un cerchio alla testa. C’è in me un disgusto generalizzato, una nausea pre mestruale.

Sono …

Continua a leggere

La sindrome delle eterne innamorate

 

E’ un bel pomeriggio di primavera, sei libera, tuo figlio è con il papà e contatti qualche amica per uscire:

“Cara non posso, sto con Luigi”

“Ah, io ero rimasta a Matteo. Chi è?”

“No figurati, Matteo era un cretino. Ci siamo lasciati tre settimane fa. Luigi è perfetto, invece”

“Ma da quanto ci esci?”

“Da due settimane. Ma con lui è diverso. C’è amore nell’aria.  Ed io sono davvero felice”

Dunque. Ricapitoliamo: sei stata tre mese con Matteo, …

Continua a leggere

Party mamma:creatività, bimbi e piccoli capolavori

Qualche tempo fa, mi sono imbattuta casualmente in una ragazza molto creativa ed eclettica. E sono rimasta stupita delle creazioni che lei e la sua socia in affari, riescono magicamente a produrre. Mi ha raccontato come è nato questo progetto, che la fondatrice, la sua amica Valeria Mei Cagnoli (famosa nel mondo della TV come cake design) ha messo cuore, tempo ed anima per lanciarlo (e devo dire, si vede) e mantenere il servizio al top. Insomma, queste due ragazze, …

Continua a leggere

Ex, rinfacci e stilettate

Credits to Keith Haring

Sono una di quelle sognatrici che davanti ad un finale strappa lacrime finisce pacchi interi di kleenexs. Credo di aver visto Titanic almeno cento volte, e Twilight altrettante. Lo so, i miei gusti cinefili  fanno ridere. Ma che posso farci. Mi parli di grandi amori e perdo il senso della realtà.

Ci sono nata con questa stravaganza. Un po’ per colpa di Cenerentola e delle sue colleghe Aurora e Biancaneve, un po’ perché ho sempre …

Continua a leggere

La festa della mamma

Prima dell’arrivo di Francesco, non ci avevo mai pensato. Ho trascorso la giovinezza tra università e serate con le amiche, alternando fidanzati, organizzando piccoli viaggi e sognando in grande.

Gli anni dai venti ai trenta sono un turbine di progetti, sogni, ambizioni, serate sulla cresta dell’onda. E mai una volta, avevo pensato al momento in cui sarei diventata mamma. Il realtà ricordo con precisione che non lo vedevo come un obiettivo a breve termine. Mi sembrava più una scocciatura in …

Continua a leggere

C’era una volta…Quanti libri per bambini!

Mi sono resa conto che non tutti i bambini amano farsi leggere le favole. Nel mio caso, mio figlio che ha tre anni e mezzo, riesce a mantenere l’attenzione solo se gli propongo libri interattivi. E’ molto vivace, ama guardare i cartoni animati e la sera sopporta per poco le letture che gli impongo a giorni alterni. Con i libri interattivi invece, devo dire che è diverso. E’ incuriosito, partecipa alla storia e allo stesso tempo, impara.

Generalmente, oltre …

Continua a leggere

Ti amo ma ti lascio (ed io ti ringrazio)

credits to Roy Lichtenstein

Ho un grosso limite. Un enorme, insormontabile limite. Come Alice nel paese delle meraviglie vivo in un mondo tutto mio. Quello dove i conigli volano e gli uccelli nuotano. Poi, mi sveglio, e non solo non trovo Ryan Gosling nel mio letto, ma mi rendo conto che nonostante i miei sforzi da inguaribile sognatrice, la realtà è molto più cinica e complicata. Apro gli occhi  e vedo le rughe che aumentano, la casa in disordine, infiniti …

Continua a leggere

controvento

Tutte le volte che si avvicina un uomo un brivido freddo mi attraversa la schiena. Possiamo raccontarcela quanto ci pare, ma i postumi della separazione si sentono eccome. Anche se sono passati anni. Poi un giorno, decidiamo di mettere il naso fuori casa.

Inizia una nuova fase della nostra vita. Siamo pronte per nuove conoscenze.O quantomeno ci proviamo. Respiriamo un’aria nuova. La ferita è ancora lì, anche se fa meno male. E’ il momento di fare qualche passo in avanti …

Continua a leggere