Quanto ci piacciono i ritorni di fiamma. Grazie Carrie

Ci sono poche certezze nella vita, come i peli che in estate crescono a dismisura, il completo intimo spezzato per la prima notte insieme e lo smalto sbeccato al mare. Ma ce n’ è una quarta, che è un po’ la somma di tutte e tre. E’ la nostra debolezza più grande. Nessuno ne è immune, neanche gli uomini:  il ritorno di fiamma con l’ex.

E’ una sicurezza ineludibile, come le tasse e le tette calate dopo i quaranta.

Preludio: è un pomeriggio di primavera, state camminando come delle podiste per arrivare puntuali all’appuntamento con le vostre amiche e vi imbattete in lui: l’uomo che vi è rimasto lì.Tra il cuore e la testa.

Ciao come stai.

Tutto bene, tu?

Non mi lamento.

Che mi racconti?

Lavoro e vado sempre di fretta, tu?

Lavoro e sono sempre in ritardo.

Hai finto di non vederlo. Ma ti è venuto in contro non potevi far finta di nulla. Sei minuti di chiacchere inutili mentre gli fai la radiografia. Oh, sono passati 4 anni ma è ancora un gran bel pezzo di gnocco. Magari aveva più capelli, però tutto sommato è ancora figo. Che grande stronzo che è stato, è scomparso così, senza  dare spiegazioni. E ci ritornano in mente tutti gli attimi trascorsi con lui, come ci facevamo sesso, quanto ci divertivamo e quanto è stato immaturo e codardo. Nel frattempo lui avrà controllato solo se le nostre tette sono come le ha lasciate.

Senti devo scappare, è sempre quello il tuo numero?

Sì.

Ok, allora ci sentiamo in settimana. Se sei libera possiamo andare a cena fuori

Ok.

Ciao.

Ciao.

Avete presente quando date il numero al bello del locale e passate giornate ad aspettare un suo messaggio? In questo caso specifico è il contrario. Vorreste che non vi cercasse, e invece il messaggio arriverà puntuale, preciso e diretto.

Dunque, aperitivo?

(cazzo, ora che gli dico?) Quando?

Se sei libera, anche domani alle 18.

(oh mio dio, credevo venerdì, devo depilarmi, non so se ho tempo) Ok, dove?

Al solito locale?

(posso ancora inventarmi una visita medica. Forza, digli che hai da fare) Va bene, a domani.

Qualsiasi donna, risoluta o decisa che sia, davanti a un ex importante, cede. La voglia di vederlo è troppa. Se poi ci facevate sesso stellare, attenzione. La ricaduta fisiologica è quasi dietro l’angolo.

Ora, ci sono una serie di variabili che vanno prese in considerazione:

1-chi ha lasciato chi

2-se è cambiato

3- se è sempre il solito coglione

4-quanto vi ha spezzato il cuore

Se vi ha lasciato in malo modo, perché non vi amava più o voleva divertirsi o voleva trombare in giro, spezzandovi il cuore, potrebbe rifarlo di nuovo. E di nuovo. Troppo rischioso.

Se sono cambiati ve ne accorgerete subito. E allora il ritorno di fiamma potrebbe sfociare in una nuova storia più matura e consapevole. E magari con un bel lieto fine (1%).

Se sono rimasti i soliti coglioni, ragazze mie, che dirvi. Evitate di stare con loro nei posti chiusi, organizzate lunghe passeggiate nei parchi dove potete respirare a pieni polmoni e ossigenare bene il cervello. Maschio coglione, guai assicurati. Troppo rischioso anche questo.

Lo so, Carrie ha aspettato Mr. Big per dieci anni. Ma:

1-Non è che sia stata a casa a fare la calzetta, quindi guardatevi intorno.

2- E’ sex and the city. La percentuale che il vostro Big vi porti all’altare è minima. Quasi impossibile.

3-Ma chi ve lo fa fare a infognarvi in una storia con un eterno ex che potrebbe non volervi mai?

Epilogo: la serata scivola via in un batter d’occhio, vi siete divertite, avete riso, tanto. Avete ricordato insieme i momenti trascorsi insieme. Vi sta riaccompagnando a casa:

Come stai bene con questo vestitino a fiori, sei davvero in forma!

Grazie, anche tu.

Mi dispiace per come è finita la nostra storia

Dai, è acqua passata. L’importante è essersi ritrovati (cazzo ho detto?)

Hai ragione. Grazie della splendida serata.

(Non dirlo- non dirlo- non dirlo, TE NE PENTIRAI) Senti, ti va di salire da me per un amaro?

SIPARIO.

Perché, noi siamo fatte così: teniamo un pezzettino di cuore sempre nel passato, pensiamo al futuro, e continuiamo a fare cazzate nel presente.

The Pink Blonde Pepper

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *