Gli uomini che vorremmo

C’è qualcosa di angosciante nella vicenda Weinstein. Una sensazione nauseabonda che rimane lì, ancorata tra i commenti degli haters sui vari social contro chi ha deciso di denunciare e di dire con tutta la forza quello che ha dovuto subire, e tra chi facendo spalluccia, sostiene che tutto questo rumore è inutile perché è cosa nota da sempre.

Per chi fosse rimasto indietro, spiego brevemente la vicenda. C’è un tale produttore della Miramax, fondatore della stessa società, che da venti …

Continua a leggere

Caro principe azzurro, siediti. Dobbiamo parlare.

Caro, dolcissimo e impegnatissimo  principe azzurro,

siediti cinque minuti accanto a me. Prenditi una sigaretta, manda giù una tequila e ascolta quello che ho da dirti.

Non è piacevole aspettare per anni che tu faccia i tuoi dannati comodi senza pensare mai un momento a me. Cosa ti succede?

Una volta mi sembravi coraggioso, leale e protettivo. Ammetto che sul modo di vestire eri un po’ antico. Insomma, la calzamaglia è chiaramente anti sesso, lo sanno tutti. Ma al di …

Continua a leggere

Siamo tutte Bridget Jones in attesa di un Darcy. O di un Cleaver. O di entrambi.

Vedi Bridget Jones’s baby e pensi: ma questa come diavolo fa a incontrare in un festival musicale con milioni di persone, un pezzo di gnocco come Patrick Dampsey? Sarà il fascino della sfigatella, direte.  Quando mai potrà succedere di essere contese tra due fusti uno più imbarazzante dell’altro?

A me non capita di essere contesa neanche da uno, figuriamoci da due belloni. E’ pura fantascienza. Qui i fusti ce li dobbiamo sognare la notte, ve lo dico io.

Bridget …

Continua a leggere